LuminousScape Performance

EN

The composition of the luminous scenario during the performance originates from the interaction of the public during the entire day with bee superorganism activity in the co-habited environment.

A LuminousBees quadcopter swarm (between fifty and one hundred units), projected by the team to realize coordinated flights, will be deployed to execute aerial choreographies on the skyscape of the city of Linz, made visible by the multicolor leds system incorporated in the drones.

The characters and the intensity of the luminous dynamics that will be happening on the nocturnal aerial stage will depend on the quality of the observations that the participants have carried out / registered on the App. The participants become -over and above the contributors of the precious capital of knowledge of the bee superorganism in its given environment- a source of information capital created in the digital hive. The participants are in effect co-authors of the luminous panorama thus offered to the public in the night sky over Linz.

The process of synesthetic participation that began using the information of the Digital Hive in the mechanisms described earlier finds its deepest and most important expression within the SuperOrganism aerial performance. We believe it also highlights the consciousness and the empathic respect to the ecological interconnection of the living system -in this narration honey bees and humans- we intended to create, hopefully originating a movement of (stigmergic) individual and social response.

 

IT

La composizione del paesaggio luminoso durante la performance notturna nasce dall’incontro tra l’interazione del pubblico lungo la giornata diurna con l’attività del superorganismo ape nell’ambiente coabitato.

Uno sciame di droni LuminousBees (tra le cinquanta e le cento unità), progettati e programmati dal team per voli coordinati, verrà disposto a eseguire delle coreografie aeree nello skyscape dedicato della città di Linz, visibili grazie al sistema di led multicolore incorporati dai robots.

I caratteri e l’intensità delle dinamiche luminose che accadranno sul palcoscenico aereo notturno dipenderanno dalla qualità dell’osservazione che hanno conseguito tutti i partecipanti, che diverranno così, -oltre che i contributori del prezioso patrimonio di conoscenza del superorganismo ape nell’ambiente specifico di riferimento, patrimonio di informazione racchiuso, come abbiamo visto, nel Digital hive- coautori del panorama luminoso offerto a tutto il pubblico.

Il processo di partecipazione sinestetica avviato dall’elaborazione dell’informazione del Digital Hive nei dispositivi precedentemente illustrati trova nella dimensione estetica della performance aerea il suo culmine espressivo all’interno di SuperOrganism, e così la consapevolezza e l’empatia rispetto all’interconnessione ecologica del vivente, in questa narrazione le api e noi umani, con l’augurio che questo possa originare un movimento di risposta (stigmergica) individuale e sociale.